Amman: Cosa vedere nella capitale della Giordania

Amman: Cosa vedere nella capitale della Giordania

2 Luglio 2019 0 Di ViaggiOvunque

Chiunque arrivi ad Amman per la prima volta non può non notare il lusso e il moderno che tanto si contrasta con il resto della Giordania. Si notano subito i grandi palazzi, i ponti moderni e la grande Moschea re Abdullah I. Amman è stata abitata da tante culture diverse e la città attuale rispecchia questa diversità in tutto il suo splendore: greci, romani, beduini, crociati e ottomani, tanti sono stati i popoli che hanno vissuto questa terra e tutti hanno lasciato il loro segno.

Con i suoi 5 Milioni di abitanti, Amman è la capitale e maggior città della Giordania, vediamo quindi quali sono le principali attrazioni:

La cittadella di Amman

Cittadella di Amman

Amman è composta da diversi colli e su uno di questo sorge l’antica cittadella romana:  è situata sulla cima del colle più alto, a circa 850 metri di altitudine, ed offre una vista a 360 gradi sulle case del centro. Da non perdere la famosa mano in marmo che troverete sul punto più alto della cittadella. Tra gli edifici di spicco che si possono ammirare, si distinguono le colonne del Tempio di Ercole ed il Palazzo degli Omayyadi, antica sede del governatore, con la caratteristica cupola e la sala delle Udienze. L’accesso alla Cittadella è a pagamento (3 JD) oppure è compreso nel Jordan Pass se lo hai acquistato. Prima di salire è possibile visitare il Teatro Romano.

Souk di Amman

Non lontani dalla cittadella, i caratteristici mercati di Amman sono famosi in tutta la Giordania: questi comprano un intero quartiere e sono caratterizzati da bancarelle e negozi che vendono tutto ciò di cui gli abitanti di Amman hanno bisogno: vestiti, frutta, spezie, tè, gioielli e molto altro. Sicuramente una tappa nei numerosi Souk è obbligatoria. Chiaramente invitiamo a prestare attenzione agli oggetti personali, non perché Amman sia pericolosa ma per la numerosa folla che popola queste vie. Vedi le regole da rispettare in Giordania.
Qua è possible comprare tè o spezie a prezzo basso.

La Rainbow Street

Questa è la via più famosa di Amman, piena di locali, ristoranti e negozi, è il centro della vita mondana di Amman. Questa via è perfetta per un turista perché offre anche alternative occidentali per quanto riguarda il cibo ed ospita uno dei ristoranti tipici più famosi di Amman: il ristorante Sufra, frequentato che dal Re e la Regina. Anche se è molto famoso potete mangiare con poco, noi abbiamo speso 95JD in 7 persone (circa 17€ a testa).

La Rainbow street è perfetta anche per scegliere il tuo alloggio, la sua posizione centrale e i numerosi ristoranti la rendono la scelta migliore. Per questo noi abbiamo scelto Jabal Amman Hotel: situato in una traversa della Rainbow Street, presenta anche un parcheggio auto ed è perfetto per visitare la città senza doversi spostare per

La grande Moschea re Abdullah I

Consigliamo di visitare la Moschea se non avete mai visitato una moschea nella vostra vita in quanto all’interno non ci sono particolari opere o decorazioni, come da tradizione musulmana. La visita è comunque molto suggestiva e vi farà entrare più in contatto con questo popolo. Questa moschea è infatti l’unica della Giordania che può essere visitabile da un non credente. All’interno vi verranno offerti anche tè e biscotti.

In conclusione, possiamo dire che Amman non è certamente la cosa già bella della Giordania, non vale quindi la pena visitare questo paese per trattenersi nella capitale per più di due giorni, ma il contrasto dato dalla vita di città a quella più semplice vissuta dai beduini e dagli abitanti delle campagne è una cosa magica. Durante il nostro tour siamo rimasti molto sorpresi di questo cambiamento. Abbiamo percorso di un giorno 400 Km, dal deserto rosso del Wadi Rum fino ad arrivare alla verde Amman. Questo cambiamento è stato davvero una scoperta che ancora una volta ci ha lasciato senza parole.