Giordania: l’itinerario tra Petra e il Mar Morto

Giordania: l’itinerario tra Petra e il Mar Morto

23 Maggio 2019 0 Di ViaggiOvunque

La Giordania è una terra magica, piena di storia, paesaggi, cultura e avventura. Abbiamo deciso di partire per questo meraviglioso paese un po titubanti, come sapete la sua collocazione vede intorno a se paesi famosi per essere non molto sicuri (Iraq, Siria, Israele…), ma la Giordania è davvero un oasi di pace nel Medio Oriente. Vi chiedete quindi se la Giordania è un paese sicuro? Certo lo è, scoprire le regole da rispettare per viverlo al meglio.

In questo articolo vi mostreremo il nostro itinerario on the road in Giordania: siamo partiti l’8 Aprile 2019 dall’aeroporto di Bologna con volo Ryanair verso Amman (la capitale) e siamo rientrati il 15.

Cosa non può mancare? Una buona guida della Giordania, noi abbiamo utilizzato quella della Lonely Planet

8 APRILE – La partenza

  • Partenza da Bologna con volo delle 15:40
  • Arrivo Amman 19:30
  • Acquisto SIM Orange con 60gb 32€, banchetto Orange agli arrivi. Utilizzata con Modem LTE portatile acquistato su Amazon che ci ha permesso di essere collegati 24h/24h in 7 persone.
  • Ritiro Auto a noleggio (Minivan da 8 posti) da Montecarlo Rental
  • Viaggio verso Madaba (circa 30min -32km) e Alloggio a Madaba: al Saint John Hotel

9 APRILE – Madaba, Monte Nebo e il Mar Morto

  • Visita a piedi della Chiesa Greco – Ortodossa di Madaba con il suo mosaico (è la cartina della Galilea più antica del mondo). Costo 2JD
  • Direzione Monte Nebo (Compreso in Jordan Pass) in auto, visita del santuario. 20 min in auto, Circa 1h di tempo.
  • Direzione Mar Morto (dista circa 30/45min dal Monte Nebo). Ingresso all’Holiday Inn costo 25JD ingresso a spiaggia e piscine, spogliatoi e asciugamani. Oppure con 10 JD in più il pranzo.
  • Ritorno all’hotel nel tardo pomeriggio, Cena a Madaba ristorante Haret Jdoudna: molto famoso, buone le melanzane fritte (Mutaffi), l’Hummus e il pollo sulla griglia (Sajeha). Il resto buono solo se apprezzi yogurt caprino. Piatti grandi, da condividere. Speso 110 JD considerando 10% servizio e 7% tasse per 7 persone.

10 APRILE – Petra 1° giorno

Petra
  • Viaggio in auto per raggiungere Petra (circa 3h – 218km)
  • Arrivo in hotel, pranzo al sacco. Per l’hotel abbiamo scelto La Maison Hotel: vicino all’ingresso del parco archeologico e molto comodo.
  • Ingresso pomeriggio a Petra. Visita prime tappe (Tesoro) + foto e souvenir. Nel Jordan pass sono compresi 2 ingressi al parco archeologico di Petra.
  • Cena a Moms Restourant. Totale 86 Jordan per 7 persone compreso il servizio del 12%. Ristorante tipico Beduino. Abbiamo mangiato pollo alla griglia, piatto tipico rovesciato, Shish Kebab di manzo e di pollo. Ci hanno offerto il dessert (gelatina all’arancia e tortina di cocco, non male per essere beduino).

11 APRILE – Petra 2° giorno

  • Secondo giorno (completo) a Petra: salita per panorama sul Tesoro (circa 1h) e salita per il Monastero (circa 1h e 30min).
  • Cena al Wadi Restaurant in centro città (Wadi Musa, da raggiungere in auto, circa 5 minuti). Molto turistico ma molto buono, ottimo hummus, carne di cammello, Shish Taouk (pollo) e Shish Kebab (manzo). Totale 96 JD per 7 persone.

12 APRILE – Dormire nel Deserto del Wadi Rum

  • Spostamento verso il Wadi Rum Village (1h e 50min) per gita nel deserto (70 DJ/persona, da prenotare in anticipo, non richiede di pagare niente, la prenotazione è confermata via mail, oppure puoi prenotarne uno equivalente su Booking),
  • Gita nel desert con jeep personale e autista/guida beduina.
  • Pranzo compreso (scatoletta di tonno, pane arabo, acqua, succhi e merendini vari).
  • Al termine vista del tramonto e pernottamento nel Stars Camp Wadi Rum (o uno equivalente su Booking) nelle tende. Cena compresa con carne e verdure cotte sotto la sabbia per 2/3 ore. 
  • Alloggio nel campo tendato. Prevede tenda (pavimento murato) con luce. Bagni condivisi.

13 APRILE – Cammellata e Via dei Re

  • Cammellata di 2 ore per ritorno a Wadi Rum Village, percorso di 5 ore sulla via dei re verso Amman. Questo è il tratto di strada più lungo da fare nell’intera vacanza.
  • Panorama sulla biosfera di Dana, Castello di Shobak (con pranzo al sacco) e Castello di Karak. Entrambi i castelli compresi nel Jordan Pass.
  • Arrivo in Hotel, situato sulla Rainbow street: una delle via più famose di Amman, dove puoi trovare negozi, ristoranti e svago. L’hotel che abbiamo scelto è il Jabal Amman Hotel, molto comodo.
  • Cena ad Amman sulla Rainbow street con street food.

14 APRILE – Amman e Jerash

  • Ci spostiamo a Jerash per visitare le rovine romane (circa 50 min – 53 km)
  • Visita del sito archeologico di Jerash (la Pompei del medio oriente), compresa nel Jordan pass. Pranzo nei pressi del sito.
  • Pomeriggio ritorno ad Amman, visita della moschea di King Abdulla, l’unica visitabile con tè e biscotti offerti. Costo 2 JD. Fanno indossare un velo alle donne per entrare.
  • Nel tardo pomeriggio Caffè turco sulla Rainbow street, ritorno in hotel e cena al Sufra, ristorante tipico e molto famoso (da prenotare il giorno prima perché sempre pieno, è sulla Rainbow Street). Spesa 95 JD.

15 APRILE – Amman e il rientro a casa

  • Checkout dall’hotel con deposito delle valigie
  • Visita alla cittadella di Amman (Compresa in Jordan Pass)
  • Visita dei Seak (mercati).
  • Pranzo nei dintorni.
  • Ritorno sulla rainbow street per un té. 
  • Rientro in Italia, Volo ritorno ore 19:30

Questo viaggio è stato davvero emozionante, abbiamo visto paesaggi surreali passando dal caldo deserto rosso del Wadi Rum, alle verdi valli di nord con la frenesia della capitale Amman, fino alle più umili abitazioni dei beduini. La Giordania è un paese magnifico, un’oasi di pace tra tante guerre. E tu, sei pronto a partire per l’avventura?