WEEKEND A BARCELLONA: cosa vedere in 3 giorni

WEEKEND A BARCELLONA: cosa vedere in 3 giorni

3 Ottobre 2019 0 Di Valeria Orsini

BARCELLONA, capoluogo della Catalogna, è una delle città spagnole più visitate dai turisti: clima ideale, mare, musei e tanto divertimento!
La movida serale e notturna è sicuramente un punto di forza per una vacanza giovanile all’insegna del divertimento, i locali sul lungomare e anche quelli nel centro città sulle famose Ramblas vi accoglieranno con un’atmosfera festosa.

Vediamo quali sono le cose più importanti da vedere se avete un weekend a disposizione, ed alcune informazioni utili…

COME RAGGIUNGERE IL CENTRO IN AEROPORTO

  • AEROBUS DA EL PRAT: parte dall’aeroporto El Prat ogni 5-15 minuti da entrambi i terminal e in 35 minuti ti lascia in pieno centro, a plaça Catalunya.
  • BUS DALL’ AEROPORTO DI GIRONA: è l’unico trasporto possibile dall’aeroporto di Girona a Barcellona. Servizio comodo e veloce.
  • TAXI oppure mezzi pubblici: in questo ultimo caso la cosa migliore è fare una TRAVEL CARD come la HOLA BARCELLONA TRAVEL CARD.

DOVE ALLOGGIARE A BARCELLONA

Gli hotel e appartamenti a Barcellona sono semplici da trovare e il prezzo non è mai troppo alto se si è disposti ad alloggiare in traverse e strade parallele alle Rambla. Puoi trovare il tuo alloggio su Booking.com utilizzando la ricerca sotto:

Booking.com

COSA VEDERE A BARCELLONA

LA SAGRADA FAMILIA

(metro viola L2 o blu L5, fermata Sagrada Família): sicuramente l’attrazione più importante della città, questa incredibile basilica è stata consacrata da pochi anni ed i lavori all’interno sono stati conclusi. Vale la pena arrivarci di buonora, diciamo verso le 9/10 del mattino, dato che la visita all’interno dura circa un’ora e mezza. Rimarrete affascinati dalle vetrate e dal suo stile particolare.

CASA BATLLÓ

(metro viola L2 e scendiamo a Passeig de Gràcia (calcolo una ventina di minuti di tragitto al massimo). Rimaniamo con il maestro Gaudì e andiamo a visitare questa bellissima casa, una vera e propria opera d’arte.

Se è l’ora di pranzo vi consigliamo di fermarvi alla Paradeta, una catena di ristoranti di pesce buonissimi, che si trova sia vicino a casa Batlò che vicino alla Basilica.
Si tratta di una specie di self service con bancone del pesce all’ingresso, si sceglie ciò che si vuole, si paga al chilo e si decide se farselo fare fritto o alla piastra. Vi daranno un numerino, vi sedete e quando urlano il vostro numero andate a prendere da mangiare. Si spende poco e il pesce è buono.

PARC GÜELL

Ricominciamo subito con Gaudí e dirigiamoci al Parc Güell.
Per raggiungere il Parc Güell potete:

  1. Prendere il bus 24 da Passeig de Gracia che in circa 30-45 minuti vi lascia all’entrata del parco.
  2. Prendere la metro verde L3 fino a Vallcarca e poi fare una decina di minuti a piedi per raggiungere il Park Güell. Non vi preoccupate perché ci sono diverse scale mobili che agevoleranno la scalata fino alla cima.
  3. Prendere la metro gialla L4 fino a Alfons X e utilizzare la navetta gratuita del Parco (inclusa nel biglietto d’ingresso), che parte ogni 15 minuti e ce ne mette circa 10. Per utilizzare la naveta dovrete aver acquistato previamente il biglietto online.
    Questa visita ci impegnerà un paio d’ore, ma se saremo stanchi potremo sdraiarci sul prato e ammirare Barcellona dall’alto, se siamo fortunati con un bel tramonto!

IL MERCATO DELLA BOQUERÍA

Un variopinto mercato alimentare, il più antico di Barcellona! Potete ammirare i mille colori dei prodotti venduti, e perché no, fermarvici a mangiare se è l’ora di pranzo.

LAS RAMBLAS E IL QUARTIERE GOTICO

Godetevi una bella passeggiata per una delle vie più famose al mondo: La Rambla. Shopping, artisti di strada, bar, musei e molto altro. Il cuore di Barcellona.
Perdiamoci poi per le vie del quartiere Gotico, ammiriamo le sue chiese inclusa la Cattedrale e facciamo una pausa nella riflessiva plaça Sant Felipe Neri.

LA BARCELONETA

Relax, mare, spiaggia o passeggiata sul lungomare per poi perdersi tra i vicoli dello storico quartiere della Barceloneta; una volta abitato esclusivamente da marinai, ora presenta un esotico mix turistico/popolare.
Per raggiungere la Barceloneta potete prendere la metro gialla L4 e scendere all’omonima fermata, camminando poi a piedi sul lungo Passeig de Joan Borbó, raggiungerete poi la spiaggia.

IL MONTJUÏC

Andiamo verso la collina del Montjuïc, prima tappa: castello.
Per raggiungerla potete prendere la storica teleferica del porto, sì proprio quella cabina rossa sospesa in aria, con la teleferica arriverete direttamente al Montjuic e da lì potete decidere se proseguire l’esplorazione della collina con il bus 150, con l’altra teleferica (quella del Montjuic appunto) o a piedi.
In alternativa prendendo il bus D20 dalla Barceloneta fino alla fermata Parallel e poi la funicolare (inclusa nella Hola Barcelona Travel Card). In ogni caso, teniamo in conto almeno una mezz’oretta – quaranta minuti di tragitto.
Dopo il castello potete proseguire con gli stadi delle olimpiadi del ’92, la Fundació Joan Miró ed il Giardino Botanico, tra le altre cose.

LA FONTANA MAGICA

La Fuente Magica è un’importante attrazione di Barcellona, il suo spettacolo prevede getti d’acqua colorati a ritmo di musica. La cornice su plaça Espanya e sul Palazzo Reale ne completano il capolavoro!
Si trova ai piedi del Montjuïc e possiamo raggiungerla scendendo la collina in una mezz’ora a piedi oppure col bus 150. Prima di partire in quinta consultiamo però gli orari e i giorni d’apertura.